Le PILLOLE di PEDIATRIA ON LINE sono utili consigli per i genitori: trattano argomenti vari relativi alla cura del bambino sano e ammalato.

Si possono ricevere nella propria casella e-mail registrandosi nell’ AREA FAMIGLIE del sito dei Pediatri Italiani. Per registrarti fai click qui sotto

 

Quelle che seguono sono alcuni esempi. 

RIGURGITI

Il rigurgito, cioe' l'emissione di piccole quantita' di latte dopo il pasto (anche a distanza di ore), e' perfettamente normale nel lattante. Questo comportamento si puo' accentuare dopo i primi mesi, soprattutto a causa dei fatto che il bambino si muove di piu'. Se il bambino ha appetito, cresce regolarmente di peso e non piange quando rigurgita, allora tutto bene

RUSSA QUANDO DORME: SARANNO I DENTI?

Il bambino che russa quando dorme deve essere valutato, oltre che per un possibile ingrossamento delle adenoidi, anche dal punto di vista dentale: una malocclusione puo' infatti essere una causa di palato stretto, naso stretto e quindi difficoltosa respirazione.

CAMMINA PUNTANDO I PIEDI

Spesso il bambino che sta imparando a camminare tiene le gambe diritte e cammina sulla punta dei piedi. E' un comportamento perfettamente normale: irrigidire le gambe gli da' maggiore stabilita' e sicurezza. Prima del terzo anno non guardatelo nemmeno: quando avra' acquisito maggiore confidenza con il proprio corpo camminera' come tutti gli altri.

SE LA MAMMA FUMA

In media, ogni nato da madre fumatrice pesa circa mezzo kg in meno degli altri. Se questo può essere poco importante in condizioni di normalità, può avere invece conseguenze serie in un bambino che nasca prima del termine e che, quindi, parte già con peso inferiore e rischia maggiori complicazioni.

Si può fare il bagno con la varicella?

Sì. Il contatto con l'acqua non peggiora l'eruzione e nemmeno genera particolari complicazioni. D'altra parte, il fastidioso prurito tipico della malattia certamente peggiorerebbe se il piccolo non potesse lavarsi per una o due settimane. Ovviamente, andrà garantita una corretta temperatura del bagno e occorrerà prudenza nell'asciugare, per evitare di rompere le vescicole.

Appena nato ha le gambe storte

Il varismo del ginocchio, cioè la curvatura delle gambe a parentesi, è perfettamente normale nel neonato. Le gambe non resteranno sempre così: entro l'anno saranno diritte. Poi però si piegheranno al contrario e, fino ai 3-4 anni, sarà normale trovare un certo valgismo, cioè una curvatura delle gambe ad X.

Cosa fare in caso di diarrea?

La diarrea, cioè l'emissione di feci pù ricche di acqua e quindi più liquide, è un sintomo comune a diverse malattie, ma più frequentemente la causa è una infezione virale dell'intestino. In qualsiasi caso, la terapia deve consistere in una abbondante idratazione (per recuperare le perdite di liquidi), meglio ancora se utilizzando gli appositi preparati a base di acqua, glucosio e sale, che hanno dato i migliori risultati perfino nella diarrea grave (colera e tifo, per intenderci). Normalmente non si usano farmaci.

 Manca un testicolo

In circa tre neonati su cento, uno o entrambi i testicoli non si trovano correttamente nello scroto. Ciò accade perchè ci può essere un ritardo di discesa, nel normale tragitto che porta i testicoli dall'addome alla loro posizione definitiva. Se è così, i testicoli sono "per strada" ed entro l'anno di età saranno a posto. Il problema si pone, invece, se sono rimasti in addome o hanno "sbagliato strada" : qui solo l'intervento chirurgico potrà normalizzare la situazione.

 Deve proprio gattonare?

Il gattonamento è una fase importante nei progressi che il lattante compie e rappresenta il primo mezzo concreto per le sue esplorazioni. Ogni bambino interpreta il gattonamento a suo modo: alcuni iniziano strisciando, altri si trascinano una gamba, altri ancora vanno all'indietro o di traverso. Alcuni, infine, saltano la fase del gattonamento e cercano subito di drizzarsi sulle gambe per muovere qualche passo. Magari questi ultimi gattoneranno dopo le prime cadute, quando troveranno più rassicurante il contatto col terreno e allora si metteranno a quattro zampe.

AIR BAG

Per i bambini con meno di 10 anni, le automobili equipaggiate con doppio air-bag rappresentano un vero pericolo: l' air-bag è predisposto per un passeggero adulto e le sue dimensioni possono causare danni gravi ad un bambino Per questo, se è installato un air-bag lato-passeggero i bambini vanno fatti viaggiare sul sedile posteriore (sempre con la cintura).

Morbillo: arriva prima il vaccino

Se un bambino non ancora vaccinato viene a contatto con un malato di morbillo, si può provare a vaccinarlo subito: se la vaccinazione è effettuata entro 72 ore dal presunto contagio, spesso essa riesce a prevenire la malattia. C'è però un problema: non ci deve essere stato contatto nei giorni precedenti la comparsa dell'eruzione (nei quali il malato è già contagioso), altrimenti il periodo utile è già trascorso.

Febbre alta e convulsioni

Anche se non sempre lo ammettono, spesso i genitori hanno paura della febbre molto alta perchè temono che possa causare convulsioni. In realtà ciò non è del tutto vero: anche le convulsioni cosiddette febbrili (cioè quelle benigne, non riferibili ad epilessia) sono comunque legate ad una predisposizione individuale e non dipendono dal livello della febbre. Il bambino predisposto potrà averle anche con temperatura non alta, mentre gli altri potranno tollerare febbre elevata senza particolari conseguenze.

Mai svegliarlo per mangiare

Nessun neonato deve essere svegliato per mangiare: se ha ancora bisogno di dormire, non mangerà con appetito e quindi mangerà di meno, con il risultato che poi si sveglierà ancora dopo poco tempo. Lasciategli finire il sonno di cui ha bisogno e vedrete che al risveglio sarà pronto per una bella poppata. Una eccezione può essere il neonato di peso molto basso, il quale richiede talvolta qualche stimolo in più per attaccarsi al seno.

Fimosi o semplici aderenze?

Se il prepuzio, cioè la pelle che ricopre la parte terminale del pene, non si abbassa, non significa necessariamente che il bambino abbia una fimosi (cioè un restringimento) e che debba prima o poi essere operato. Più probabilmente si tratta solo di aderenze: la pelle è appiccicata allo strato sottostante e non scorre. Non toccate nulla e non fate nessuna manovra di forzatura: nel giro di qualche anno tutto si normalizzerà spontaneamente.

Orari dei pasti e del sonno

Il bambino, soprattutto nell'età fra i 6 e i 18 mesi, ha bisogno della routine, di una certa regolarità negli orari della giornata e di un rituale nei gesti e nei comportamenti suoi e di chi lo accudisce. Dalla abitudine e dalla ripetitività degli eventi, infatti, trae rassicurazione e fiducia. Per questo, alle giornate più movimentate seguono spesso le notti più agitate.

I linfonodi sono le caserme dei nostri soldati

I linfonodi sono delle piccole ghiandoline che contengono i linfociti, cioè le cellule delle difese immunitarie. Essi sono dislocati a difesa delle possibili vie di ingresso dei germi (bocca e apparato digerente, naso e apparato respiratorio, nonchè alla base degli arti). Quando c'è una infezione, scatta l'allarme: i linfonodi più vicini si attivano, ingrossandosi, e mandano fuori le truppe a combattere. Tutto questo succede migliaia di volte ogni giorno, per la nostra salute.

Può fare il bagno se è raffreddato?

Si, senza particolari problemi. Anzi, il bagnetto caldo può essere perfino benefico per il raffreddore, in quanto stimola la secrezione nasale. Ovviamente va garantita una temperatura adeguata della stanza e una rapida asciugatura. Talvolta, poi, il bagno può essere il rimedio più rapido per far abbassare una febbre particolarmente resistente: in mancanza di risposta ai farmaci antifebbrili, si può fare anche questo.

Quando introdurre le verdure verdi nella pappa?

Per motivi di migliore tolleranza digestiva e di minor rischio di allergia, è consigliabile utilizzare inizialmente nel brodo e nel passato solo patata, carota e zucchina. A partire dai sei mesi di età, potranno essere introdotte con gradualità (una alla settimana) altre verdure: sedano, spinaci, bietole, fagiolini, zucca, cipolla, finocchio e lattuga. Vanno ancora esclusi, a questa età, legumi e pomodoro.

Acetone e cibi dolci

L'acetone è un disturbo che compare quando l'organismo va in carenza di zuccheri (per un digiuno o perchè li consuma, ad esempio in corso di febbre). Il rimedio migliore, quindi, consiste nell'evitare i grassi e dare al bambino bevande zuccherate (aranciata, succhi, the o Coca-Cola) o qualche caramella. Attenzione a non dare il cioccolato: non è un dolce e il suo contenuto di grassi non può che peggiorare la situazione.

Crisi d'angoscia

Si chiama così quella particolare fase dello sviluppo psicologico del bambino che inizia verso i 6-8 mesi ed è caratterizzata dalla consapevolezza del distacco dalla mamma e quindi dalla paura di perderla. Essa si manifesta, oltre che con un aumentato attaccamento alla mamma, anche con una difficoltà all'addormentamento (sonno = separazione) e con una serie di risvegli durante la notte, alla ricerca della presenza materna. Alle mamme in questa fase: coraggio, passerà.

Marsupio o passeggino?

Per l'utilizzo del marsupio bisogna aspettare che il piccolo sorregga la testa da solo, cioè almeno fino ai 3 mesi. Lo zainetto è adatto attorno ai 5-6 mesi, per non obbligare il bambino a posizioni innaturali. Nessuna limitazione, invece, per il passeggino con schienale reclinabile.

La quarta malattia

La quarta malattia (o scarlattinella) è una variante più leggera della scarlattina. E' presente una eruzione su tutto il corpo, ma meno fitta, e la febbre è meno alta; caratteristiche, come nella sorella maggiore, la faringite e la lingua a lampone. La causa è la stessa, lo streptococco beta-emolitico di gruppo B, così come la terapia, a base di antibiotici della classe delle penicilline.

Allattare dopo la ripresa del ciclo

Non è vero che con l'arrivo delle mestruazioni il latte cambi sapore o diminuisca. La prolattina, cioè l'ormone che regola la produzione del latte, non ha niente a che fare con gli ormoni che regolano le funzioni uterine.

Conservare il latte materno

Il latte materno può essere conservato per 4 ore a temperatura ambiente (25°C); per una conservazione più lunga va refrigerato (4°C) o congelato (-20°C). In frigo si mantiene senza rischi di contaminazione batterica per 3 giorni, mentra una volta congelato si mantiene per 6-12 mesi. Lo scongelamento deve essere graduale, passando il contenitore dal freezer al frigo normale.

Preparare la casa alle prime esplorazioni

La casa dove circola un bimbo piccolo si deve poter riconoscere a prima vista, in quanto deve ess ere stata setacciata per individuare ed eliminare le fonti di pericolo. In particolare, pensiamo a: oggetti o mobili in equilibrio instabile; oggetti taglienti o appuntiti; possibili veleni (sostanze chimiche, detersivi, profumi o alcolici); fonti di calore; prese della corrente; accesso a scale e balconi.

La parotite è pericolosa nei maschi?

Una delle paure più frequentemente legate alla parotite (gli orecchioni) è quella che il maschio abbia una lesione testicolare e quindi ne rimanga sterile. In effetti, questa è una delle complicazioni possibili ed è più frequente dopo la pubertà. Non molti sanno, invece, che anche nella femmina il virus può causare un danno agli organi riproduttivi (ovarite, cioè infiammazione dell'ovaio).

Mani in bocca non significa sempre fame

E' esperienza comune vedere un lattante che si mette le mani nervosamente in bocca, le succhia, le morde e si tormenta le gengive. Non è un segno di fame e nemmeno di precoce eruzione dei denti. Si tratta dell'inizio della cosiddetta "fase orale", nella quale il piccolo comincia a sperimentare il piacere di usare la bocca. Lasciatelo fare.

Data ultimo aggiornamento: 17/04/2010

Torna al sommario